Orari di apertura

Dal Lunedì al Venerdì
ore 8.30 - 13.00 / 15.30 - 19.00
+39 080 395 80 30
segreteria@ortopediadecicco.it

L'analisi Baropodometrica

Uno dei principali obiettivi che l'Ortopedia De Cicco si è posto da sempre, è stata la progettazione di plantari su misura in grado di garantire all'utenza affetta da patologie podologiche, il massimo conforto nella vita quotidiana. Grazie all'esperienza acquisita dalla continua ricerca tecnica per fornire ai nostri assistiti la giusta ortesi in equilibrio tra teoria e corrispondenza reale, giungemmo, già negli anni '90, all'utilizzo della Baropodometria quale supporto per la valutazione della marcia: l'analisi dei vettori di forza verticali originati dalla reazione piede-suolo, grazie all'utilizzo di un sistema computerizzato costituito da una pedana con applicati dei sensori e collegati ad un sistema informatico che misura le reazioni originate dall'appoggio del piede a terra. La misurazione avviene sia in statica, cioè in stazione eretta, studiando la morfologia dei piedi in carico ed evidenziando atteggiamenti posturali del paziente, che in dinamica, cioè durante lo svolgimento del passo, analizzando le cause e le conseguenze di insorti disequilibri podalici.

Eseguite le fasi di analisi, ci poniamo l'obiettivo di costruire un'ortesi atta a ricostituire l'equilibrio geometrico alterato, rendendo all'assistito la naturale funzionalità e benessere. Per questo studio, ci avvaliamo di quanto esista di più tecnologicamente avanzato, permettendo di arrivare alla fabbricazione del plantare su misura superando i tradizionali calchi in gesso. Questo è reso possibile grazie all'utilizzo di una pedana baropodometrica, uno scanner che rileva l'impronta tridimensionale del piede, e uno scanner bidimensionale che ci fornisce una ''fotografia'' della pianta del piede, effettuando così eventuali correzioni già all'acquisizione dell'impronta podalica. Successivamente si passa alla fase di progettazione del plantare confrontando, in sovraimpressione, l'immagine pressoria del piede con il rilievo della superficie plantare scansionata con le correzioni effettuate.

A questo punto, frese comandate direttamente dal computer, realizzano l'ortesi plantare nel rispetto degli studi biomeccanici che analizzano la meccanica del paziente durante la deambulazione, dando la possibilità di utilizzare il plantare nella calzatura con la massima tolleranza.